Print Friendly, PDF & Email

Il lungo periodo di stop che ha colpito profondamente il settore del turismo non ha fermato l’entusiasmo di Czech Tourism. E adesso che i viaggiatori sono pronti a partire, l’Ente del Turismo Ceco ha dato vita a un progetto nato durante il lockdown quando, in attesa di viaggiare, si poteva lavorare solo a livello ispirazionale. È così che, su commissione dell’Ente, due artisti romani di fama internazionale con la loro street art regalano al mondo evocazioni di una Praga in continuo divenire.

I tratti dominanti sono quelli dell’Art Nouveau di Mucha, nelle forme seducenti della principessa Libuse. Un trait d’union tra il profilo rinascimentale e inconfondibile del Museo Nazionale di Praga e i simboli di una città odierna, moderna e vivace, ideale per le famiglie e per la generazione Z. Il nuovo gigantesco murale di via Morosini 4 a Milano – che tende virtualmente la mano alle altre due grandi opere del noto street artist Millo che già si affacciano sul Giardino delle Culture – è stato presentato con una cerimonia di inaugurazione e una performance di live painting.

A firmarlo sono gli artisti romani Solo e Diamond, il cui decennale e talentuoso sodalizio non aveva fin qui trovato ancora sfogo su una parete milanese. A fornire loro l’occasione è stato proprio l’Ente Nazionale per il Turismo Ceco di Milano che, durante il periodo di lockdown, ha lavorato all’unica promozione possibile della propria destinazione turistica: far viaggiare gli italiani con l’immaginazione attraverso ispirazioni, suggestioni ed emozioni. In quest’ottica è nato il progetto di donare alla città di Milano un murale d’autore che avesse i colori e le seduzioni della terra ceca.

Da metropoli a metropoli, la scelta della città non poteva che ricadere su Praga: in testa alle mete preferite degli italiani, si presenta come una città dai mille volti e sfumature. Nel murale, infatti, pur non trascurando il ricco patrimonio storico, artistico e architettonico per il quale è famosa, irrompe una Praga up-to-date, giovane, creativa, urban, alternativa, incontenibile e sempre diversa, il cui nuovo modo di comunicare è proprio la street art.

Un’iniziativa originale e inedita che racconta il fortissimo il legame dell’Ente con Milano: città che ospita la sua sede italiana e con cui condivide un grande slancio verso l’arte e la creatività dei giovani, potente strumento culturale e di riqualifica. Così come a Milano fenomeni della bomboletta del calibro di Millo, Orticanoodles, Ericailcane, Zed1, Eron, Pao, Microbo e tanti altri hanno letteralmente ridisegnato la città, allo stesso modo nella capitale ceca è tutto un fiorire di opere murarie che reinterpretano e riqualificano angoli dimenticati o anonimi.

Un duo eccezionale, quello di Solo e Diamond, che ha saputo cogliere l’anima della capitale più contemporanea, volitiva ed evoluta. Un insolito mix artistico considerato tra i più interessanti dell’arte muralista moderna.

A fare da contorno durante l’inaugurazione di oggi una serie di eventi promozionali, come alcuni floor graphic che hanno condotto visitatori e curiosi dritto al Giardino delle Culture e al suo nuovo sfondo variopinto. Grazie a un QR code dedicato, Czech Tourism ha promosso lo speciale concorso “Dai il nome al murale”: i visitatori, fino al 30.09, hanno la possibilità di dare un titolo all’opera e a ottobre l’autore del titolo vincitore sarà premiato con un weekend nell’affascinante Praga per due persone. Inoltre, negli spazi esterni del Consolato Ceco in via G.B. Morgagni 20, sarà allestita una mostra di presentazione del murale e del progetto di “gemellaggio” e amicizia tra Italia e Repubblica Ceca.

Share Button