Print Friendly, PDF & Email

“The Gallery” è una serie televisiva che mostra, con ironia e leggerezza, il dietro le quinte del mercato dell’arte. Concepita da Antonio Orler e Laura Galigani durante il lockdow, la serie è stata interamente girata all’interno della Galleria Orler di Venezia Mestre e va in onda ogni sabato, alle ore 18.00, su “ORLER TV”.

“The Gallery” mescola commedia e sentimento, sullo sfondo della vita di una galleria d’arte contemporanea italiana. Il mondo del mercato dell’arte è complesso e stratificato, The Gallery lo racconta in modo vivace, colorato e spiritoso, giocando coi suoi usi e costumi, ironizzando sui suoi stereotipi e regalando al pubblico aneddoti e curiosità su opere e artisti.

«Il mercato dell’arte è complesso ma durante il lockdown abbiamo avuto la conferma che la bellezza è terapeutica. Infatti, tantissimi telespettatori hanno ringraziato mio padre e gli zii per averli distratti dall’angoscia generata dalla pandemia da Covid-19, con interessanti trasmissioni televisive sull’arte contemporanea – racconta Antonio Orler, Manuel nella serie di cui è ideatore, aiuto regista, cantante della sigla – Così, insieme a Laura Galigani, ho pensato che fosse il momento giusto per creare una serie che raccontasse, in modo fresco e scanzonato, anche il dietro le quinte del mondo dell’arte». Antonio Orler, cresciuto in una famiglia di galleristi da oltre sessant’anni, ha trovato la personale inclinazione artistica nella musica arrivando tra gli ultimi 60 finalisti di Sanremo e nei musical, debuttando all’Arena di Verona.

«Dopo un periodo buio, com’è stato quello del lockdown, c’è urgenza di luce, c’è bisogno di passione, c’è voglia di allegria. “The Gallery” ironizza sui luoghi comuni dell’arte e regala al pubblico aneddoti e curiosità su opere e artisti che hanno scritto la storia – prosegue Laura Galigani, Linda nelle serie, regista degli attori della serie, performer e regista di musical, project manager StudioEmme Torino, Co-Direttrice Accademia TMA – E lo fa con un format come la sitcom che consente di trattare temi importanti, tra cui l’arte, in tempi rapidi e con un linguaggio ironico e divertente, adatto a coinvolgere anche i ragazzi più giovani che, sbagliando, temono l’arte sia “per pochi”, per una élite aristocratica o per i soli addetti ai lavori».

L’allestimento di “The Gallery” è stato realizzato durante il lockdown, lavorando a distanza con Skype come piattaforma di confronto e scambio di conoscenze tra gli autori, Tobia Rossi e Lorenzo Riopi, i registi e gli artisti. Un progetto innovativo, avviato in un momento storico senza precedenti, come sottolinea l’Assessore del Comune di Venezia Renato Boraso «Il mondo dello spettacolo e degli eventi all’aperto, è tra i più colpiti economicamente da questa tremenda pandemia da Covid-19 e “The Gallery” è una risposta concreta e di grande qualità per superare un difficile momento come questo. Siamo tutti d’accordo sul fatto che non si potranno mai sostituire uno spettacolo o una mostra in presenza con una fruizione in streaming. Ma oggi che per tutelare la salute pubblica siamo privati della dimensione sociale delle nostre vite, è importante trovare vie alternative per portare arte, bellezza e positività nelle case, alle persone. Complimenti quindi, anche da parte del Sindaco Luigi Brugnaro, a questi giovani professionisti».

L’esperienza del lockdown e il ritorno ad una nuova normalità hanno fatto sentire la mancanza e, di riflesso, restituito importanza a quel “non essenziale” che qualifica e definisce la vita umana: mostre, cinema, concerti, spettacoli teatrali, sport, viaggi, religione e tutte le occasioni in cui dialogare e confrontarsi con l’altro, in modo frivolo o impegnato. «Toglietemi tutto ma non il superfluo, diceva Wilde, perché è il cuore di ciò che sogniamo e di ciò che siamo – aggiunge lo storico e critico d’arte, Giovanni Faccenda – Così, in una Venezia deserta, questo affiatato team di professionisti e artisti dello spettacolo ha ridato colore alla speranza che da una situazione complicata possa nascere qualcosa di bello. Auguro a “The Gallery” il successo che credo meriti».

Giovanni Faccenda, Catone Biasioli, Davide Basilico e Cesare Orler – presentatori nel palinsesto sull’arte moderna dei canali Orler Tv – intervengono, nelle diverse puntate, con uno speciale cammeo; mentre Giorgio Regali, apprezzato attore di teatro oltre che presentatore della Galleria Orler, partecipa alla serie con il ruolo di Gilberto Bonomelli. Un motivo in più, per gli amanti dell’arte, di seguire la serie prodotta da Orler Tv.

La trama incalza tra le pareti della Galleria Orler, impreziosite dalle opere di grandi artisti e scaldate dalle vicende dei protagonisti, i cui destini si intrecciano grazie alla magia dell’arte; ma, nella galleria, le cose iniziano a funzionare bene solo quando i singoli riconoscono le debolezze e le fragilità degli altri e iniziano a lavorare come una squadra, prendendosi cura gli uni degli altri.

Share Button